giovedì 26 marzo 2009

Caro Rev.Stone....

Post modificato dopo la pubblicazione iniziale.

Ho letto su Sciechimiche alcuni commenti che mi riguardano.

Mi farebbe piacere, in assoluta tranquillità e buona educazione, poter rispondere a quei commenti e presentare il mio punto di vista che, come certamente sai, è diverso dal vostro.

Ho fatto richiesta di accesso al forum (utente Claudio), che è in attesa di approvazione. Nel caso tu non volessi avere nel tuo forum un 'pericoloso disinformatore' nessun problema, ma ti pregherei di copiare questo post nel tuo forum.

Vedi, caro Rev.Stone, io sono aperto a nuove idee. Per quanto ho letto finora, a me sembra che il concetto alla base vostre convinzioni sia errato, per difetti di logica e per mancanza di cognizioni scientifiche. Sopratutto mi sembra manchino prove (nel senso scientifico-galileiano del termine).

Ma io posso sicuramente sbagliarmi, ed aver frainteso le vostre posizioni. Purtroppo, discussioni a distanza via forum o posts non aiutano a capirsi, e quindi rinnovo l'offerta di un incontro durante il quale ci si possa confrontare (civilmente, è ovvio) ed esporre i dati disponibili. Magari anche una telefonata, che ne dici?

Stai certo che non negherò MAI le evidenze, sempre che per evidenze tu non dica 'guarda il cielo, ti sembra normale?', perchè io le scie le ricordo fin da bambino, e non trovo nulla di strano che, con l'aumento del traffico aereo e l'evoluzione dei motori, queste siano aumentate.

Cordiali saluti.

PS: avendo avuto accesso al forum di Sciechimiche, ci ho postato la parte in grassetto e qualche altro commento, ovvero quello che segue:

Ringrazio il Rev.Stone per aver dato accesso a quello che alcuni di voi (nella foga di rispondere e sicuramente senza intenzione di offendere) hanno definito 'disinformatore', 'debunker', 'coglione' e 'testa di cazzo'.

Ne approfitto subito per pubblicare un messaggio che ho postato in altro blog:
Vedi, caro Rev.Stone, io sono aperto a nuove idee. Per quanto ho letto finora, a me sembra che il concetto alla base vostre convinzioni sia errato, per difetti di logica e per mancanza di cognizioni scientifiche. Sopratutto mi sembra manchino prove (nel senso scientifico-galileiano del termine).

Ma io posso sicuramente sbagliarmi, ed aver frainteso le vostre posizioni. Purtroppo, discussioni a distanza via forum o posts non aiutano a capirsi, e quindi rinnovo l'offerta di un incontro durante il quale ci si possa confrontare (civilmente, è ovvio) ed esporre i dati disponibili. Magari anche una telefonata, che ne dici? SI può usare Skype, magari con una webcam e fare un confronto telematico con più persone.

Stai certo che non negherò MAI le evidenze, sempre che per evidenze tu non dica 'guarda il cielo, ti sembra normale?', perchè io le scie le ricordo fin da bambino, e non trovo nulla di strano che, con l'aumento del traffico aereo e l'evoluzione dei motori, queste siano aumentate.

Al riguardo sai benissimo che ci sono fior di testi scientifici che parlano delle 'contrails' fin dagli albori dell'aviazione, quindi il fenomeno è chiaramente conosciuto e studiato da tempo.

Voi affermate che oggi molte di queste scie sono in realtà 'aerosol chimici', ma non portate prove (nel senso scientifico del termine) a supporto. Le vostre affermazioni sono state più e più volte discusse (ed a mio giudizio demolite) da persone che hanno competenze specifiche sul comportamento di aerei e dell'atmosfera.

Ma io sono pronto ad accettare il fatto che esiste la possibilità che ALCUNE scie siano 'diverse', ma a patto che ci siano delle evidenze.

Voi avete di queste evidenze? Avete delle misurazioni fatte? Siete disponibili a discutere SERENAMENTE ed APERTAMENTE delle vostre teorie ed a mettere in piedi un esperimento (o meglio, più esperimenti) con protocolli decisi di comune accordo?

Oppure pensate veramente che io sia un membro del NWO (o magari un rettiliano) pagato per mascherare la verità, con poteri sconosciuti a 'voi mortali'? Magari fosse così.... sono solo un povero chimico che vive del suo stipendio, e che di questo argomento si occupa per interesse nella scienza (ed anche per le risate che mi fanno fare i fratelli sanremesi....).

Cordiali saluti

28 commenti:

Strakkino Dolce. ha detto...

aspetta ...... e SPERA!

tripponzio ha detto...

ma non siate cattivi. non partiamo dal presupposto che si tratti di una persona totalmente faziosa, incapace di accettare un confronto.
su, non complottizzatevi.

Claudio Casonato ha detto...

Tripponzio, io non sono cattivo. Io ho ripetutamente proposto un'incontro civile, nella migliore delle ipotesi ho ricevuto velate minacce tipo 'te li faccio vedere io vicini vicini'....

Ti dirò di più, considero Rev.Stone una persona corretta ed in buona fede, ed è per questo che insisto per avere un chiarimento.

Altre persone, invece, hanno ripetutamente dimostrato l'assoluta mancanza di buona fede.... devo fare nomi?

tripponzio ha detto...

non occorre. non posso dire di conoscere rev stone, ma dal poco che ho visto mi sembra una persona dotata di una certa "onestà intellettuale" e non credo si vada a nascondere dietro ad una "censura" dei commenti per non avere contraddittorio.

Claudio Casonato ha detto...

Intanto la mia richiesta di iscrizione al forum sciechimiche è in attesa di approvazione da stamattina alle 10.20.

Sono sicuro che è solo un problema di scarsità di tempo.

Claudio Casonato ha detto...

Infatti, ho ricevuto il messaggio di registrazione a sciechimiche, con un messaggio di benvenuto di Rev.Stone.

markogts ha detto...

Orpo... E io che avevo chiesto l'accesso mesi fa? Vabbè... Rev, se hai tempo, "markogts", dovrebbe esserci da qualhe parte la mia richiesta.

Comunque io penso che più che un incontro "indoor", dove si tornerebbe a produrre gli stessi ragionamenti e cortocircuiti logici della guerra di blog, sarebbe bene avere un incontro "outdoor", nel magnifico libro della natura, usando i suoi caratteri matematici: fuor di metafora, trovarsi insieme e misurare la quota degli aerei scianti col metodo fotografico o altri metodi concordati, tarati e verificati.

Io trovo continuamente aerei a 10-12 mila metri di quota, loro li trovano a 3-4-5 mila. Troviamoci e controlliamo insieme.

Nico ha detto...

Vorrei anche presentare un altro aspetto che mi pare interessante.

http://tinyurl.com/cjkb7h

darkskies ha detto...

@Claudio

Buona fortuna sul forum di SC....

@Nico

ho segnalato quel link su sc.org...."bon tutto" x loro basta che se ne parli....

un saluto,

Marco

Itwings ha detto...

La prima risposta denota subito las loro "onestà intellettuale". Chi scrive non ha nemmeno letto il tuo post.

tripponzio ha detto...

anche alcune successive.
devo per lo meno ammettere che, rispetto agli altri intervenuti, stone è educato. non riconoscerlo, sarebbe poco onesto.
certo, però, che rimane sempre una "ristretta" cerchia di persone che sono accusate di mentire per interesse. sarei curioso di sapere chi sono queste persone e quali sono le prove a sostegno di tale tesi, per sapermi anche "difendere" da loro, qualora ne rimanessi convinto anche io.
quello che non capisco, comunque, è questa riluttanza all'incontro.
stone ha ragione su un "difetto" del metodo scientifico in un argomento simile, il concetto della "ripetibilità". lo si potrebbe "accantonare" per un momento, per poter partire da basi comuni. i "debunker" dicono di non vedere mai scie a 2000 metri di altezza. gli "sciachimisti" dicono di vederne a bizzeffe ogni giorno.
se in un incontro si potesse osservare tutti anche un solo aereo che "scia" a 2000 metri non si avrebbe la prova "scientifica" di questo avvelenamento massivo, ma si avrebbe per lo meno dimostrato che aerei che sciano a quella quota esistono. e non sarebbe poco.

markogts ha detto...

Tripponzio, stai tranqillo che il giorno che vedo un aereo che rilascia scie a 2000 metri, altro che blog, corro sparato a fare una denuncia al NOE. Francamente non capisco a quali "protocolli" si riferisca il reverendo. Non mi serve un articolo su Nature (anche se...) mi basta vedere con i miei occhi un, un solo, aereo che scia a 2000 metri. Frega niente della ripetibilità, non stiamo parlando di fusione fredda. Protocollo molto semplice, che mi fa fin ridere chiamarlo "protocollo":

-Accordarsi su un metodo di misura delle quote, come ad esempio quello fotografico; ma anche un telemetro va bene, purché di portata adeguata.
-Tararlo su oggetti di distanze note.
-Applicarlo ad aerei che, su indicazione degli sciachimisti, sono da considerarsi "chimici". -Eventualmente, tentare di incrociare i dati con i radiosondaggi.
-Eventualmente, ripetere le osservazioni in giornate diverse.
-Fine.

Ovviamente, per la massima trasparenza, il protocollo deve prevedere anche:
di essere insieme, almeno un debunker ed uno sciachimista, durante tutti i passaggi. Pubblicare tutti i dati e le informazioni, eventuali foto a risoluzione piena (meglio se raw) con exif, dati degli strumenti utilizzati, nr. di matricola compresi; possibilmente filmare il tutto. Pubblicare i risultati a prescindere dal risultato ottenuto.

Qual è il problema? Devo essere prima "risvegliato spirtualmente ed energeticamente" per fare due foto ad un aereo che scia? Io penso che sia invece una questione di fottuta paura...

Claudio Casonato ha detto...

Io ci provo, ma se ho capito bene in pratica non si può fare un confronto perchè le unità di misura sono fasulle....

http://tinyurl.com/d95drj
http://tinyurl.com/dgzpvf

Spero di avere una risposta, ma onestamente sono perplesso.... come si può discutere se si rifiuta il concetto di avere basi in comune????

PS: Markogts, mi puoi scrivere in privato? Grazie.

Claudio Casonato ha detto...

La discussione continua su Sciechimiche. Non so fino a quando, temo che presto sarò bannato...

markogts ha detto...

Secondo me durerai molto poco. Soprattutto se tieni fissa la barra del timone sul punto chiave delle quote.

tripponzio ha detto...

vabbè, però si sta andando veramente in cerca di farsi del male. la risposta alla richiesta di osservare e misurare la realtà insieme per non potersi rinfacciare misurazioni faziose è questa?
sinceramente, siamo di fronte ad una educata chiusura al dialogo. non capisco quale sia la paura. forse la paura di essere rapiti dal NWO e riprogrammati? non c'è altra soluzione.

markogts ha detto...

Eh no, reverendo: le quote sono un punto essenziale del ragionamento. Se sembrano scie di condensa, si comportano come scie di condensa, si formano alle quote tipiche delle scie di condensa, cosa saranno mai?

Viceversa, se osservo una scia che sembra di condensa ma si forma a 2000 metri, sono sicuro che NON è una scia di condensa.

Quindi: se la formazione avviene sempre in condizioni compatibili con le scie di condensa, l'unica cosa che resta da fare è un prelievo in quota. In assenza di quello, tutto il resto è fuffa.

brain_use ha detto...

se osservo una scia che sembra di condensa ma si forma a 2000 metri, sono sicuro che NON è una scia di condensa.

Io no.

Di fronte a una scia che sembra di condensa ma si forma ad una quota che ritengo non compatibile con le scie di condensa, vado a verificare le ipotesi di formazione delle scie di condensa.

Non mi contento di questo per immaginare un supercomplottone a livello mondiale.

In altre parole: anche questa è fuffa... ;)

Nico ha detto...

ma poi chi la conferma la quota?

Claudio Casonato ha detto...

Allora, il metodo scientifico è inutile. Temo che stasera sarò bannato....
Eppure, se sulla casa di revstone ci sono sempre tutti questi aerei scianti a bassa quota, perchè non accetta di fare delle misure?
Temo che, nonostante i modi educati e la correttezza che dimostra (bisogna darne atto), lui non voglia proprio nessun tipo di confronto: è un dato di fatto, le scie sono chimiche, punto e basta.
Spero di sbagliarmi.....

Nico ha detto...

abita in una zona del trevigiano dove, oltre all'aeroporto di treviso, ha anche istrana (militare).

Si trova su una rotta per gli avvicinamenti su Venezia.

Nico ha detto...

anzi, mi correggo.. se è a conegliano è già dentro la R49 dove la quota minima è FL370.
http://www.megaupload.com/?d=DMXFZP10

markogts ha detto...

Brain... la sai la barzelletta dell'ingegnere, fisico e matematico che vedono una pecora nera durante un viaggio in Scozia?

In altre parole, con un esperimento immaginato: proviamo a fare una analisi di tutte le quote misurate da Massimo, facciamone media e deviazione standard. Se trovo un aereo fuori di tre, quattro sigma, a me basta per dire che c'è qualcosa di strano. Perché lo dico? perché sono sicuro che non ci sono. Perché ho fatto misure. So quello che dico. Un aereo a 2000 metri che rilascia scie di condensazione, magari persistenti, è possibile teoricamente, ma impossibile "ingegneristicamente". A me basterebbe. So di sbagliare, da un punto di vista prettamente filosofico. Che vuoi, noi ing siamo fatti così, per noi "epsilon" non è piccolo a piacere, per noi "epsilon" è circa 0,1 :-)

Basterebbe questo, ma non c'è nemmeno questo.

PS Con Massimo, proprio recentemente avevamo trovato un giorno di febbraio che era record di quota minima secondo i radiosondaggi, per la formazione di scie di condensazione: eravamo sui 6700 metri, se ricordo bene.

brain_use ha detto...

Un aereo a 2000 metri che rilascia scie di condensazione, magari persistenti, è possibile teoricamente, ma impossibile "ingegneristicamente". A me basterebbe.

Però, "ingegneristicamente" quale sarebbe il tuo primo pensiero?
"Oddio, stanno spargendo tonnellate di peli di castoro in aria di nascosto per diosolosacosa"?
Non credo.

noi ing siamo fatti così

Eh eh... lo so bene:
ne ho due in famiglia. ;)

Basterebbe questo, ma non c'è nemmeno questo.

Corollario finale a chiusura della questione.

Per quel che mi riguarda, gli sciachimisti continuano a dividersi in due sole categorie: sciecOmici e scIemocOmici.

Lodevole l'intento di Claudio di portare un po' di razionalità tra le loro fila, ma mi pare davvero una battaglia persa in partenza.
Spero di sbagliare.

Claudio Casonato ha detto...

Riporto i miei ultimi due commenti su SC, questo sui brevetti citati da un loro appassionato iscritto:

Veloce googlata sui brevetti citati. Leggendo le informazioni pubblicate, per quanto ne capisco io, trattasi di:

http://www.patentstorm.us/patents/6912958.html
Trattasi di fuochi d'artificio.

http://www.patentstorm.us/patents/5912396/description.html
Proposta di un sistema a base elettrostatica per la degradazione di composti inquinanti in alta atmosfera.

http://www.patentstorm.us/patents/6315213/description.html
Un sistema di inseminazione di nuvole a base di idropolimeri biodegradabili ad alta assorbenza, dedicato a mitigare possibili eventi atmosferici pericolosi su aree ristrette.

http://www.patentstorm.us/patents/6056203/claims.html
Altro metodo di inseminazione artificiale di nubi, a base locale, per mezzo di azoto liquido, aria liquida e simili.

http://www.patentstorm.us/patents/5984239/description.html
QUESTO mi lascia veramente perplesso..... più che un reale brevetto, mi sembra un progetto da sviluppare non ancora verificato nei presupposti. Comunque, si tratterebbe di satelliti, non di scie.

http://www.patentstorm.us/patents/5003186/description.html
Questo tratta chiaramente di dispersione di elementi riflettenti per combattere il global warming. Ricordo di aver letto qualcosa al riguardo anni fà, descrivendolo come una possibilità da tenere in considerazione, ma al momento esclusa per costi elevatissimi ed efficienza scarsa.

Fino ad adesso non c'è niente che assocerei alla scie chimiche.
Quest'ultimo, invece:
http://www.patentstorm.us/patents/5360162/claims.html
dichiara esplicitamente l'uso di aerosol chimici, contenenti bario ed altre sostanze, dispersi per mezzo di aerei.
Leggendo il testo, si trovano chiari riferimenti a controllo locale delle precipitazioni - ovvero si tratterebbe di un sistema alternativo e probabilmente più efficiente dello ioduro d'argento usato da anni per il controllo LOCALE delle precipitazioni (ripeto: per far PIOVERE, non per dissolvere nuvole).

Cordiali saluti

Claudio Casonato ha detto...

E l'altro:
Caro Rev.stone,
il buon senso non serve per le misurazioni. Servono dati certi, non soggettivi.

Il fatto che un giornale abbia pubblicato, beh, se ne leggono tante di stupidaggini sui giornali, che una più una meno non fa testo.

Scie sotto le nuvole: ne ho viste tante di quelle foto (ed anche filmati), e devo ancora trovarne una che sia effettivamente sotto. La prospettiva è una brutta bestia.

Poi non cambiamo l'onere della prova: i testi scientifici da 80 anni in qua parlano di contrail. Se tu sei convinto che sono CHEMtrail, sei tu che devi dimostrarlo.

I diagrammi di senna: il punto è chiaramente descritto qui:
La persistenza, invece, è un particolare fenomeno che si verifica solo quando l'umidità relativa in quota è sufficientemente alta (solitamente uguale o superiore al 60%-70%), tuttavia è semplicemente impossibile ridurre il fenomeno ad una triade stringente di parametri. Innanzitutto perché i tre parametri in questione vanno considerati in correlazione uno all'altro e non in modo indipendente, sicché le loro combinazioni sono infinite e non catalogabili in modo rigoroso e preciso. Inoltre la formazione e la persistenza delle scie dipendono anche da molti altri fattori difficilmente misurabili e/o prevedibili come efficienza del motore, tipo di combustibile, venti, correnti ecc, ecc.: quindi i modelli previsionali, anche i più recenti, non potendo semplicemente tenere conto di tutto ciò per essere gestibili, sono e sempre saranno imprecisi.

Tengo per ultimo il post sui brevetti USA, confessando la mia ignoranza in materia. Cercherò di rintracciare informazioni, e se ci riesco a contattare un amico che lavora per l'ufficio brevetti USA e sentirò che dice, e poi vi dirò cosa ho scoperto.

Awakken99: tu sia chi hai davanti? Me lo vuoi dire?

Io mi sto confrontando, spero educatamente, con delle persone che hanno una visione di un fenomeno che a mio giudizio è falsata da presupposti errati. Gente che, in buona fede, fa uso di dati reali ma in maniera 'libera', per (inconsciamente) supportare una convinzione personale.
Ciao

tripponzio ha detto...

piccola nota: il gazzettino è uno di quei giornali buoni solamente per incartarci il pesce. foderarci la gabbietta del criceto potrebbe essere considerato maltrattamento agli animali.
la sua politica è fare "scandalo", animare i lettori, non interessa la "verità".

Claudio Casonato ha detto...

Ho sprecato il tempo del coffee break per andare avanti con SC.
http://www.sciechimiche.org/forum/viewtopic.php?p=50949#50949

Spero di riconnettermi nel fine settimana, adesso vado a prendere l'aereo per tornare a casa.....