mercoledì 10 giugno 2009

Usque tandem la manfrina?

Si ipotizza, quindi, che presto si inizierà a parlare di scie chimiche come soluzione drastica ma necessaria allo sconvolgimento climatico di cui noi esseri umani siamo la principale causa.
sciechimiche.org, 05 settembre 2007
http://www.sciechimiche.org/scie_chimiche/index.php?option=com_content&task=view&id=235&Itemid=327


L’operazione scie chimiche non è affatto conclusa ed anzi siamo convinti che entro breve tempo (molti segnali lo confermano) legittimeranno le irrorazioni come un’iniziativa attuata per il “nostro bene", al fine di mitigare l'”effetto serra”. Entro i prossimi mesi, se questo è quanto accadrà, non solo ammetteranno che, da anni, stanno spargendo sostanze chimiche, ma ci chiederanno una gabella per continuare a diffondere veleni, con la scusa che il tutto serve ad impedire l'innalzamento delle temperature del pianeta.

Straker, martedì 27 febbraio 2007
http://www.tankerenemy.com/2007/02/il-festival-delle-scie-chimiche.html#comments


Tra un po’
ci diranno che tutti quegli aerei sulle nostre teste sono per il bene del pianeta e l’unico scopo delle loro scie bianche è quello di arrestare l’aumento del clima terrestre provocato dalle nostre cattive abitudini

Torinoscie, 28 gennaio 2007

http://torinoscie.splinder.com/post/10736073



Il regime militare prenderà presto il sopravvento sulle democrazie , costringendo i popoli a sottostare ai loro voleri , sterminando milioni di persone subdolamente , di nascosto , per evitare sommosse e rivoluzioni.

Le scie chimiche in questo contesto sono l'indicatore piu' visibile dello stato a cui siamo giunti.
Forum Luogocomune, utente Paolo69, 6/9/2005
http://www.luogocomune.net/site/modules/newbb/viewtopic.php?topic_id=34&forum=6



L’ipotesi che siano esperimenti o programmi sconosciuti la causa di questa moria di piante penso che sia più credibile. Progetti oscuri creati appositamente per essere sperimentati sulla popolazione tramite le sostanze che vengono distribuite nell’aria dagli aerei. Un programma sicuramente ben studiato ma del quale non è stato probabilmente tenuto conto degli immediati effetti collaterali.

Certo un altro aspetto di non poco conto sta nel fatto che noi, intesi come esseri umani, abbiamo l’opportunità di spostarci, di rincasare, di pernottare in ambienti coperti e chiusi, limitando così la nostra presenza all’aperto, mentre non è così per le piante e la vegetazione in genere soggette ad una esposizione continua a queste minacce e che assumono attraverso le radici quello che riescono ad eludere attraverso le foglie.
Ma se questo è l’effetto di queste sostanze sulla specie vegetale non penso che dovremmo stare tanto tranquilli. Gran parte del cibo che consumiamo ce lo offre la natura attraverso le coltivazioni all’aria aperta, frutta e verdura infatti fanno parte della nostra dieta. Penso che per ridurci come loro sia solo una questione di tempo.
Dino Colognesi, data imprecisa, l'url riporta "2004"

http://www.usac.it/chemtrails/2004_colognesi_ferrara/index.htm


I think it is reasonable now to predict that chemtrails will end soon.
Ken Welch, 5 gennaio 2006

http://georgiamilitia.net/chemtrail4.htm










5 commenti:

theDRaKKaR ha detto...

dio mio che carrellata di minchiate :-)

Cribbio ha detto...

Puro concentrato di fuffa. L'esistenza di queste persone è talmente vuota che per darle un senso hanno bisogno di immaginare complotti su scala mondiale. Tutto ciò mi ricorda quando nei secoli scorsi si vedeva ovunque l'attività del demonio e dei suoi emissari terreni, le streghe. L'ignoranza scientifica, la supponenza, la mancanza di rigore logico ed i timori infondati che ne conseguono pongono gli sciachimisti in una sorta di medioevo mentale. Il paradosso è che loro si credono liberi, scevri da ogni condizionamento, quando in realtà hanno costruito con le loro mani una gabbia ed hanno posto la loro mente all'interno di questa. Che pena...

Claudio Casonato ha detto...

Se serviva una dimostrazione che l'aborto in certi casi è una necessità.... ora siamo a posto.

markogts ha detto...

Al di là dei contenuti assurdi e contraddittori, quello che mi premeva sottolineare è questo tono millenaristico, il "presto" usato di quà e di là. Ma dopo un po' che resti vivo, non ti verrà qualche dubbio che ti prendono per il naso? Chissa al primo gennaio 2013 che delusione...

markogts ha detto...

Ops, il qua con l'accento...